Racconti Archivi - La fine del mondo (e ritorno) di Mercedes Viola

La Noia

Sono La Noia. Frequento riunioni, cene, feste infantili. Vado a messa e in vacanza. Sono l’alito di vita che fa volare mosche e zanzare. Mica vi sarete bevuti che fosse un caso vi ronzassero nelle orecchie, avendo tanto corpo sordo a disposizione da percorrere fino ai vostri piedi?

Attacco di panico

Dio Pane, da quando è stato sconfitto per la prima volta, vaga alla ricerca di rifugio, cerca una crepa dove infilarsi, uno spiraglio di fragilità. E’ quello che torna all’attacco col coltello in bocca la notte dopo che è stata dichiarata finita la guerra. Ma non è cattivo. E’ solo stronzo. E passa.