Ritratto su treno

Parlano spagnolo latinoamericano, potrebbero essere peruviani per la dolcezza del loro canto. Gli occhi neri e quieti, appagati dall’interno. Jeans, cintura in pelle, e scarpe da ginnastica nuove e pulite per caminare l’antico continente. Le mani intrecciate sul grembo sotto la pancia, al polso sinistro un orologio di metallo con i numeri grandi e gli occhiali da leggere appesi alla V della maglietta a righe. Conversano in quattro amabilmente, sorridendo, poi lasciano spazio al silenzio e riposano la vista appoggiando lo sguardo calmo da qualche parte, accarezzando il paesaggio, la valigia in alto, la signora con gli occhiali scuri oltre il corridoio. Poi tornano a conversare di questo paese nel quale, complici i loro occhi, hanno trovato solo bellezza.

Microracconti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: