Mercedes Viola – Racconti findelmondani
Mercedes Viola

Attacco di panico

Dio Pane, da quando è stato sconfitto per la prima volta, vaga alla ricerca di rifugio, cerca una crepa dove infilarsi, uno spiraglio di fragilità. E’ quello che torna all’attacco col coltello in bocca la notte dopo che è stata dichiarata finita la guerra. Ma non è cattivo. E’ solo stronzo. E passa.

Portiere

Ma prima o poi il battaglione veniva verso di loro al galoppo, e lì mi facevano pena. Alla fine erano da soli a parare i colpi. E a non pararli.